Vivere in città offre sicuramente i suoi vantaggi, ma, per godere appieno dei panorami naturali di cui l’Italia è ricca, è necessario uscire dal consueto seminario cittadino. Tante sono le regioni che ospitano dei Parchi Nazionali istituiti per preservare la flora e la fauna di territori di innegabile bellezza.

La natura, come sempre, è in grado di creare scenari mozzafiato di cui è possibile godere in completo relax, ritagliandosi del tempo da dedicare ad una pausa rigenerativa. In Italia, sono davvero tanti i siti, da nord a sud, per poter godere di veri e propri capolavori naturali.

Parchi Nazionali in zone montuose

Se amate la montagna, ma non siete disposti a scarpinare troppo, magari in un territorio con un dislivello importante, allora potreste indirizzarvi verso il Parco Nazionale del Gran Paradiso in Val d’Aosta. La riserva, istituita nel 1922, è il più antico Parco Nazionale sul territorio italiano, si sviluppa per circa 71.000 ettari, gran parte dei quali nella regione della Val d’Aosta e i restanti in terra piemontese. Durante le escursioni sarà possibile avvistare stambecchi (simbolo del parco), camosci, marmotte e rapaci come l’aquila reale. Durante il periodo primaverile i pascoli diventano teatro di una variopinta fioritura.

Per chi desidera dedicarsi a camminate più impegnative, il Parco Nazionale dello Stelvio, tra Lombardia e Trentino Alto Adige, è il luogo ideale. Si estende per circa 400.000 ettari, ed è stato istituito nel 1935 per poter tutelare la flora e la fauna del gruppo montuoso Ortles-Cevedale. Il Parco offre una grande diversificazione faunistica e sarà possibile riconoscere stambecchi, volpi, caprioli, camosci, scoiattoli, lepri, donnole, ma anche cornacchie, picchi, aquile reali e gufi.

In Veneto nel 1988 è stato istitutivo il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, successivamente dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco nel 2009. Oggi questo sito naturalistico è una tappa immancabile per gli amanti dell’alta quota. Inoltre, essendo ricco di risorse idriche, si rivela habitat ideale per molte specie a rischio: un vero e proprio paradiso per gli amanti della natura.

Parchi Nazionali nelle vicinanze del mare

Cambiando completamente scenario e volendo lasciarsi abbracciare dal mare, è possibile visitare il Parco Nazionale delle Cinque Terre, in Liguria, anch’esso dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco nel 1999. La vista sarà appagata da coste a strapiombo sul mare, scorci di borghi medioevali, ma anche spiaggette e sentieri tutti da percorrere e scoprire.

Proseguendo con i parchi siti nelle zone di mare, non si può non citare il Parco Nazionale dell’Isola dell’Asinara, in Sardegna. Un piccolo atollo nel Mar Mediterraneo bellissimo e disabitato. Il suggerimento è quello di attraversare quest’isola, dalla forma stretta e allungata, a cavallo, per poter godere appieno della costa frastagliata a picco sul mare.

Non si può non menzionare, infine, il Parco Nazionale del Gargano, a nord ovest della Puglia, che comprende le Isole Tremiti, e il Parco Nazionale del Circeo in Lazio dove, i numerosi percorsi ciclabili, permetteranno una visita frizzante ed allegra.

La lista dei parchi nazionali italiani sarebbe ancora più lunga se l’intento fosse quello di citarli tutti: tra gli altri citiamo soltanto il Parco del Vesuvio, il Parco Nazionale del Cilento e quello dell’Arcipelago Toscano.

Tags : Italia
Margherita Rini
25 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: visitare insieme alla mia inserabile amica fotocamera la maggior parte dei Paesi del mondo. Amo fare e disfare le valigie, in fondo anche questo è il bello di viaggiare. Credo anche nell'essenza profonda della fotografia per imprimere ricordi di viaggi unici.