Tra le realtà che negli ultimi anni sono diventate molto apprezzate dai turisti di ogni parte del mondo rientra la Finlandia, che ha tanto da offrire da un punto di vista naturalistico e culturale.

Scopriamo insieme cosa vedere nel corso di una vacanza in Finlandia, nazione che si trova a sud del Circolo Polare Artico e che geograficamente si trova tra Europa Occidentale ed Asia.

Alla scoperta della Finlandia: le bellezze di Helsinki

Quando si parla di Finlandia il primo pensiero che viene alla mente è sicuramente l’idea di una natura incontaminata, di boschi rigogliosi e di corsi d’acqua limpidi.

Tuttavia, la prima cosa da fare una volta arrivati in Finlandia è una visita a Helsinki, capitale e cento più importante dal punto di vista economico di tutta la realtà finnica.

Questa città si può definire a misura d’uomo, in quanto si può visitare comodamente a piedi. La prima cosa che si nota passeggiando per il centro cittadino è lo stile architettonico dei palazzi, tipicamente nordico, ovvero sobrio, elegante ed austero allo stesso tempo.

Per chi ama particolarmente l’architettura, va detto che lo stile architettonico adottato si può definire come una rivisitazione dello Jugendstil tedesco. Tra gli edifici che vale la pena vedere vi è quello che attualmente ospita il Parlamento: la sua edificazione risale al 1931 ed è un fulgido esempio dello Jugendstil tedesco “in salsa” finlandese.

Successivamente ci si può recare presso la Piazza del Senato che si trova nella parte più antica del cento cittadino. Qui si trovano i monumenti di maggiore importanza, quali la Cattedrale di Helsinki e una statua raffigurante Alessandro II di Russia, uno degli ultimi segni tangibili del periodo in cui la Finlandia era sotto la dominazione russa.

Prima di lasciare Helsinki bisogna trovare il tempo per visitare alcuni dei suoi poli museali più importanti e scoprire un’altra sua piazza storica.

Per quanto riguarda un mini-tour nei musei cittadini, si potrebbe iniziare dal Museo del Design, il quarto museo più visitato di tutta la Finlandia: e non potrebbe essere altrimenti se si considera che il design è uno dei settori in cui la Finlandia è all’avanguardia a livello mondiale.

Per chi, invece, vuole conoscere la storia della Finlandia partendo dalle sue origini fino ai tempi attuali, vale la pena trovare del tempo per scoprire il Museo Nazionale della Finlandia; come si può facilmente intuire dal nome, le esposizioni in museo, raccontano la storia di questa realtà scandinava.

L’ultimo museo da visitare è il Kiasma, ovvero il Museo di Arte Contemporanea: questo polo museale è tra gli ultimi che sono stati aperti ad Helsinki ed è un luogo dove l’arte moderna ha trovato casa in Finlandia.

Prima di lasciare la capitale finlandese bisogna fare una passeggiata nella Piazza del Mercato, localmente chiamata Kauppatori. Questa piazza affaccia sul Golfo della Finlandia e ospita la fontana di Havis Amanda, altro simbolo della cultura finlandese e della capitale.

Nei pressi della Piazza del Mercato si trova poi Uspenski, la chiesa ortodossa più grande di tutta l’Europa Occidentale nonché un altro segno della presenza russa in Finlandia.

Gli altri luoghi da vedere in Finlandia

Dopo aver apprezzato Helsinki, si può dedicare il resto di una vacanza in Finlandia alla scoperta di altre città e bellezze che questa realtà scandinava ha da offrire a qualsiasi viaggiatore.

Spostandosi poco fuori la capitale e per la precisione su un arcipelago composto da 6 isole, si ha modo di ammirare la fortezza marina di Suomenlinna: per comprendere l’importanza storica e culturale di questa imponente costruzione, basta pensare al fatto che fa parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Spostandosi verso la parte sud-orientale della Finlandia ci si ritrova nella Regione dei Laghi, la cui città più importante, da un punto di vista amministrativo, è Kuopio. Questa realtà è una tra le più belle dal punto di vista naturalistico, grazie ad una sequenza di laghi blu, fiumi e piccole isole che sembra infinita nella sua bellezza; se il fisico lo consente, vale la pena fare un bagno in uno dei tanti laghi o anche qualche escursione in mezzo alla natura: si tratta di un ottimo modo per rinfrancare mente e spirito.

Infine, prima di tornare alla vita di tutti i giorni, bisogna trovare il tempo per recarsi nella parte settentrionale della Finlandia, nei pressi del Circolo Polare Artico. Se è vero che qui bisogna confrontarsi con temperature assai rigide, vale però la pena affrontarle perché qui si trova quella che è considerata la casa di Babbo Natale, stiamo parlando della città di Rovaniemi che si trova, appunto, a meno di 10 km dal Circolo Polare Artico.

Qui si ha la possibilità di visitare il Santa Clausee Village, aperto 365 giorni l’anno: il luogo ideale che chi ama la magia dell’atmosfera natalizia. Se poi si amano le aurore boreali, questo è il posto perfetto per poterle ammirare.