È risaputo da diversi secoli ormai che il Veneto è davvero ricco di tradizioni storiche importanti. Tradizioni che ne ricalcano la storia offrendo ai visitatori la possibilità di fare un tuffo nelle varie leggende e vicende che caratterizzano questa zona d’Italia.

Il festival Montecchio Medievale è una vera e propria fiera del medioevo veneto che offre a tutti gli interessati la possibilità di tuffarsi nel passato.

Montecchio Medievale: un tuffo nel passato

Anche quest’anno si terrà l’ormai solito appuntamento con il medioevo, questa volta nei Castelli Scaligeri a Montecchio Maggiore dal 30 aprile al 1° maggio 2019.

La scelta di un borgo quattrocentesco immerso in un’area naturale, quasi primordiale, ovviamente, non è casuale. Il posto non fa altro che sottolineare l’importanza della storia permettendoti d’immergerti completamente in un ambiente medievale. Tra le mura di questo borgo riuscirai a calarti in un’altra dimensione temporale, tra giocolieri, cavalieri, musicisti, mercanti, artigiani, ma anche di dame e guerrieri in costume.

Grazie alle varie rievocazioni storiche potrai senz’altro rivivere il medioevo e rivalutarlo attraverso le tracce storiche sparse ancora in tutto il Veneto.

Il banchetto del festival

È tradizione ormai da qualche anno che il festival includa dei momenti speciali e uno di questi è rappresentato dal banchetto. Tradizionalmente quest’ultimo si tiene al chiaro di luna nel cortile del castello della villa. Ovviamente, ricalca in tutto e per tutto i banchetti medievali che abbiamo conosciuto grazie a libri trasposizione cinematografiche.

Il costo è davvero irrisorio per un’esperienza in grado di lasciare dei profondi ricordi, anche perché il tutto si tiene in un’atmosfera medievale a dir poco magica. I partecipanti al banchetto saranno divertiti dalla presenza di giocolieri e musici, mentre i piatti medievali con il particolare gusto antico ti aiuteranno a tuffarti nel passato.

A seguire, invece, gli interessati potranno assistere allo spettacolo teatrale di natura medievale “Io, Luigi Da Porto SHADOWS REFLECTING – Ombre e origini di Giulietta e Romeo”. Il tutto decorato da luci e colori il cui obiettivo è quello di rendere la notte d’inizio del festival davvero indimenticabile.

La faida

Il giorno seguente, presso la zona dei Castelli, si terrà la solita rievocazione storica denominata la Faida. L’evento ricalcherà le vicende dell’inimicizia tra i Capuleti e i Montecchi: le due famiglie si sfideranno in vari giochi tra le casate per conquistare il Palio.

A questo si aggiungono numerosi spettacoli di falconeria, il tiro con l’arco e con la balestra, nonché veri e propri combattimenti medievali con le armi.

Nonostante i presidi militari, mercati e balli ci sarà spazio per la comicità perché anche il sorriso è importante. Il festival proseguirà fino alla nomina dei nuovi Romeo e Giulietta, un titolo che sarà conteso dai ragazzi e ragazze di età compresa tra i 15 e i 20 anni.

La musica d’accompagnamento sarà rigorosamente medievale con gruppi dal vivo. E i più piccoli potranno osservare affascinati vari spettacoli di animazione oppure recarsi nell’area riservata ai bambini, dove questi rivivranno le storiche imprese degli eroi del passato. Le emozioni, insomma, non mancheranno di certo.

Tags : Veneto
Federica Sassanelli
Dopo la Laurea in Ingegneria, ho voluto ricercare me stessa. Ho visitato il mondo con gli occhi di una bambina entusiasta in cerca di nuovi luoghi, emozioni e sapori. Muoversi sempre con passione e curiosità è il mio mantra che cerco di raccontare negli articoli di turismovacanze.net.