La Gallura è una subregione della Sardegna nota per essere un paradiso terrestre che non ha eguali. Una parte ricca di natura incontaminata, contraddistinta dal blu del mare più intenso che possa mai esistere.

Una vacanza in questa zona è un modo per rigenerare corpo e anima, alla scoperta delle meraviglie più suggestive che questo luogo ha da offrire per tutti i visitatori. Infatti, la Gallura riserva delle vere e proprie perle da non perdere, le quali, oltre allo splendido mare e alle numerose spiagge, sono un must per vivere appieno quella che è la Gallura in tutto il suo unico splendore.

In questa guida, vi consigliamo le cose più affascinanti e interessanti da vedere a Gallura, per un viaggio ricco di emozioni.

Gli Olivastri Millenari di Luras: bellezze tra gli ulivi

Uno degli alberi sempreverdi più belli che esistano: gli Olivastri. Nei pressi del Lago di Liscia, a Gallura, sulle sue dolcissime colline, giacciono incantevoli gli olivastri millenari di Luras. Uno spettacolo naturale invidiabile al mondo intero.

Si possono paragonare a dei veri e propri monumenti naturali, in quanto la pianta più grande è alta ben quattordici metri e una circonferenza di dodici. Copre una superficie di circa seicento metri quadri e, per questo motivo, è nominato il Grande Patriarca, prendendosi il titolo dell’ulivo più antico di tutta Europa.

Attualmente fa parte della lista dei venti alberi secolari d’Italia. Uno spettacolo da non perdere!

Il Lago Liscia: un bellissimo lago artificiale

Il lago Liscia è un lago artificiale che comprende i comuni di Sant’Antonio Gallura, Luras, Arzachena, Calangianus e, infine, Lugosanto.

Questo lago provvede alle esigenze idriche di tutta la bassa Gallura, dove, specie nei periodi estivi, la richiesta di acqua è maggiore. Si tratta di un lago ad opera dell’uomo, ma ciò non toglie che sia estremamente bello. È circondato da dolcissime colline dove, fra l’altro, si trovano i famosi ulivi millenari di Luras. Insomma, la Sardegna è anche questo.

Il Museo della Femina Agabbadòra a Luras: tra mistero e cultura

Alla figura della Femina Agabbadòra, così chiamata in dialetto sardo, è dedicato un intero museo. Si tratta di una figura femminile che nel tempo ha destato un interesse misterioso. Non si hanno molti dati e prove certi della sua esistenza, però della sua leggenda sì.

Parliamo di una donna che con un martello, realizzato in legno d’ulivo, andava dai malati, sotto richiesta dei familiari, per porre fine ad ogni loro sofferenza. Accadeva quando le condizioni di salute non erano più recuperabili e la povera vittima viveva in un continuo e inutile strazio.

Da una parte si ha a che fare con una figura storicamente interessante, dall’altra, invece, con un mistero e un lato inquietante non da poco. Un museo da visitare per scoprire la cultura della Sardegna.

Le Tombe dei Giganti di Arzachena: un immenso monumento

Le Tome dei Giganti sono un sito archeologico situato ad Arzachena e si tratta di una camera funeraria imponente. Infatti, è lunga trenta metri e alta ben tre. Il nome è nato dall’immaginazione dei popolani antichi, i quali, vedendo delle sculture così grandi per delle semplici persone, credevano si trattassero di tombe per giganti. Nominativo che è stato comunque conservato dagli archeologi.

Questa serie di strutture sono costituite da enormi blocchi di pietra, a base rettangolare con la parte finale a semicerchio, absidata. Una parte importantissima della storia dell’età nuragica è presente proprio in questa zona.

La Valle della Luna di Aggius: un panorama magico

La Valle della Luna di Aggius è dei tratti più suggestivi di tutta la Gallura, di una bellezza infinita ed eterna. Qui potrete ammirare in solitudine la luna, in mezzo ad una natura sana e ricca di ginepri, elicrisi e mirti.

Un luogo surreale, probabilmente un po’ difficile da percorrere. Il sentiero, infatti, è stretto e piuttosto tortuoso e va affrontato per circa settecento metri. Una volta arrivati a destinazione, però, l’enorme fatica sarà tutta ripagata: un panorama incredibile, unico nel suo genere.

Un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

Gallura: uno spettacolo naturale e culturale

Inutile dire che la Gallura è una delle parti più belle di tutta la Sardegna, dove la cultura e la tradizione incontrano la natura. Di cosa da vedere ce ne sono moltissime, tra musei, chiese, centri storici e siti archeologici.

La Gallura è tutta da vivere.