Il Monastero di Ostrog è una piccola chiesa ortodossa incastonata in una parete rocciosa a strapiombo sulla valle di Zeta, in Montenegro.

Tra i luoghi di pellegrinaggio più famosi della penisola balcanica, il Monastero è dedicato a San Basilio e si trova a circa 900 metri d’altezza.

Scorci bellissimi, paesaggi mozzafiato, cultura, tradizione e religione: il Monastero di Ostrog è la meta di viaggio perfetta per chi vuole immergersi nella natura selvaggia, godere di buon cibo e fare un’esperienza spirituale.

Scopri come raggiungere il Monastero di Ostrog questo bellissimo monastero nella roccia e cosa non perderti mentre sei lì!

Il Monastero di Ostrog: storia e spiritualità incastonate nella roccia

Fondato nel XVII secolo da San Basilio in persona, il monastero di Ostrog attira turisti e fedeli da tutto il mondo ogni anno. Basti pensare che i miracoli realizzati dal Santo e le proprietà guaritrici delle acque che sgorgano nella valle sono riconosciute dai cattolici e dai mussulmani!

Sebbene la facciata sia stata ricostruita negli anni ‘20 del secolo scorso, dopo esser stata distrutta da un incendio, la parte interna del monastero è rimasta pressoché invariata nel corso dei secoli. L’accesso al Monastero di Ostrog è gratuito. Il complesso si divide in 2 parti, quello superiore e quello inferiore.

Il Monastero Superiore ospita due chiesette sotterranee che sembrano affiorare dalle rocce, ossia la Chiesa Vavedenja Bogorodice, che conserva le reliquie di San Basilio e quella della Santa Croce. Entrambe le chiesette sono particolarmente suggestive, poiché abbellite da splenditi affreschi e coloratissimi mosaici realizzati interamente sulla roccia, la cui forma si adatta perciò a quella naturale delle pareti.

Nel Monastero Inferiore è possibile visitare la chiesa della Santa Trinità, risalente ai primi anni ’20 dell’Ottocento. Qui troverete gli alloggi dei monaci e, soprattutto, una famosa sorgente di acqua naturale dalle capacità curative e lenitive.

Le due parti del Monastero sono separate tra loro da un breve percorso di circa 2 chilometri in mezzo al bosco, che si può fare tanto a piedi quanto in auto. Se sceglierai la prima opzione, probabilmente vedrai molteplici fedeli camminare scalzi sui ciottoli che compongono la strada. Inoltre, nel percorso potrai scorgere la piccola chiesa di San Stanko, dedicata appunto a Stanko, un pastore locale divenuto santo dopo essere stato ucciso dai turchi.

Cosa fare e cosa mangiare nei dintorni del Monastero di Ostrog

Il Monastero, purtroppo, dista almeno 1 ora di auto da quasi tutte le città più importanti del Paese, tra cui Podgorica e Cetinje. Tuttavia, puoi goderti una passeggiata rilassante nella pianura e nel bosco circostante.

Oppure, puoi organizzare una gita presso la città di Niksic!

Distante circa mezz’ora di auto da Ostrog, tra bar, ristoranti e centri commerciali, Niksic è una città molto ricca e giovanile.

Per quanto riguarda la cucina, invece, in Montenegro potrai mangiare bene e spendere pochissimo. Non dimenticare di assaggiare il piatto tipico di Ostrog, la kačamak, una particolare polenta a base di farina di mais, formaggio e foglie selvatiche.

Come raggiungere il Monastero di Ostrog della roccia

Situato nel cuore della pianura di Bjelopavlici, il Monastero di Ostrog non è particolarmente comodo da raggiungere. Ecco, quindi, alcuni consigli per rendere il viaggio più confortevole!

Se sei un’auto ti basterà impostare il navigatore e seguire le indicazioni, non potrai sbagliarti, ma ricorda: l’itinerario ti porterà a guidare su strade ben asfaltate ma anche su quelle di “montagna”. Fai particolarmente attenzione a queste ultime poiché, nonostante siano strette e situate a strapiombo sulla valle, consentono la circolazione a doppio senso e in alcuni punti non sono presenti i parapetti.

Se, invece, preferisci raggiungere il monastero in autobus o in treno, esistono diverse soluzioni a costi modici, non più di 5 euro per biglietto. Il modo migliore in questo caso è quello di informarsi sul posto, chiedendo informazioni nelle stazioni e nelle fermate bus locali.

Che tu sia credente o meno, l’atmosfera mistica del Monastero di Ostrog non ti lascerà scampo.

Tra grotte strette, affreschi sulla roccia, vicoli bui e scalinate adornate da mosaici d’orati, visitando questo luogo vivrai un’esperienza suggestiva e, senza rendertene conto, ti ritroverai involontariamente a prendere parte ai riti religiosi locali.