La Maremma, con i suoi 5.000 km quadrati, rappresenta una delle nostre località più amate e visitate, da turisti italiani e stranieri. Il motivo è semplice: offre un mix perfetto di mare, paesaggi naturali incontaminati e borghi ricchi di storia.

Quando si pensa alla Maremma si pensa quasi esclusivamente alla Toscana, ma non è proprio così. Il territorio che si affaccia sul mar Tirreno, infatti, si estende da Follonica fino a quasi Civitavecchia. Comprende quindi, oltre al vasto territorio della Toscana, anche una piccola zona del Nord del Lazio.

Le origini e la Storia della Maremma

Il termine Maremma deriva dal latino maritima, che significa semplicemente zona costiera, anche se il territorio comprende anche un vasto territorio interno. L’uomo si è insediato da millenni in quest’area che conserva quindi una tradizione storica-culturale molto importante. Infatti, qui sono stati ritrovati molti reperti archeologici, dall’età del bronzo fino a quella etrusca.

Tantissimi sono i borghi che mantengono le loro affascinanti caratteristiche, come Montemerano, definito uno dei borghi più belli d’Italia con i suoi colori e la splendida Piazza del Castello. Ma si possono ammirare anche fortezze e rocche secolari come l’Abbazia di San Salvatore, nel borgo medievale di Campagnatico. Famosa per i reperti ritrovati risalenti al VI secolo è Pitigliano, resa nota anche per l’impegno, durante la Seconda Guerra Mondiale, contro la persecuzione degli ebrei. Oggi infatti conta una numerosa comunità ebraica residente.

A Capalbio un castello lì dal XII secolo aspetta solo di essere visitato. Come vi attende anche una splendida passeggiata sulla cinta delle sue mura per godere del paesaggio spettacolare circostante.

Impossibile non rimanere a bocca aperta di fronte alla bellezza di Talamone, con la sua rocca di origini etrusche che sembra sprofondare a picco sul mare.

Anche Saturnia, con le sue famosissime terme, fa parte della Maremma e offre tanti reperti ed edifici risalenti all’epoca etrusca. È da visitare la Chiesa Medievale di santa Maria Maddalena, risalente al 1188, che custodisce uno splendido dipinto della Madonna col Bambino.

La Natura e l’Arte in Maremma

Prendetevi una settimana per visitare tutti i borghi più interessanti ma anche per godervi un po’ di mare e la natura in assoluto relax. Molti sfruttano i camping tra Follonica e il Parco della Maremma, per poi spostarsi tra il mare e la collina.

Le spiagge più belle si trovano a Orbetello, Scarlino e Ansedonia con mare cristallino in cui tuffarsi e immergersi per praticare anche snorkeling.

Il Parco della Maremma è ideale per praticare trekking, birdwatching o andare a cavallo, e offre infatti numerosi itinerari a seconda delle varie esigenze, della durata e del livello di difficoltà. Ogni escursione vi porta attraverso un’oasi incontaminata a riscoprire la bellezza nei suoni e negli odori della natura.

Consigliatissime anche le visite nelle varie grotte sparse tra le colline, soprattutto la Grotta delle Caprarecce, un antico rifugio per i pastori. Ma ce n’è per tutti i gusti, perché è possibile anche ammirare il parco in canoa attraversando il fiume Ombrone.

Da visitare, inoltre, il museo a cielo aperto del Giardino dei Tarocchi a Capalbio, che raccoglie le opere in scultura di Niki de Saint Phalle, ispirato da Gaudì, che rappresentano i 22 arcani maggiori dei tarocchi. Una bella passeggiata in un luogo unico e divertente, in compagnia anche dei vostri amici a quattro zampe.

Nella Maremma si trova proprio di tutto: è la meta perfetta per chi cerca un contatto con la natura e la storia, in quel modo semplice che ti lascia senza fiato.