Se amate i borghi medievali, passeggiare nei vicoli ricchi di storia e la serenità dei laghi, Bolsena è uno dei posti che consigliamo di visitare e da segnare subito tra le vostre prossime mete, sia se abitate nel Lazio, sia se state pensando a una vacanza e ai suoi possibili itinerari.

Situata nel Viterbese, sui Monti Vulsini, a circa 30 km da Viterbo, la cittadina di Bolsena fa parte dei numerosi borghi presenti nella Tuscia. La Tuscia Viterbese, terra degli antichi etruschi, è una zona del territorio laziale molto suggestiva, con paesaggi collinari, parchi naturali, siti archeologici, corsi d’acqua e luoghi che sembrano essersi fermati in tempi lontani.

Cosa vedere a Bolsena

Una volta arrivati a Bolsena preparatevi a fare un viaggio nel tempo nel suo centro storico, caratterizzato da costruzioni medievali e rinascimentali. Passeggerete tra i vicoli degli edifici in pietra, respirando un’aria curata e deliziosa, con stradine, scale, abitazioni ed esercizi commerciali ornati di fiori e piante.

Tra le attrazioni storiche da vedere a Bolsena c’è la fontana di San Rocco, la Basilica di Santa Cristina, La Rocca Monaldeschi e il Museo Territoriale del Lago di Bolsena.

La Fontana di San Rocco si trova nell’omonima piazza, e secondo gli abitanti la sua acqua è miracolosa. Questa fontana venne costruita dalla famiglia Medici, ma prese poi il nome attuale dalla leggenda della guarigione di San Rocco; si narra, infatti, che il santo, ferito, si abbeverò e lavò la ferita alla fontana, guarendo miracolosamente.

Tra le architetture religiose di Bolsena, La Basilica di Santa Cristina merita una visita. Costruita nel IX secolo, sopra le catacombe cristiane di Santa Cristina, è una basilica in stile romanico che ospita al suo interno le sculture di Benedetto Buglioni.

Continuando a visitare Bolsena sarà sicuramente la zona vicino alla Rocca ad ammaliarvi, con le sue abitazioni tipiche dei borghi medievali, molto ben conservate. La Rocca Monaldeschi di Cervara è la parte più suggestiva. La Rocca venne costruita dagli Orvietani tra il XIII e il XIV secolo; all’inizio furono costruite solo la torre principale e la parete della parte settentrionale. In seguito i Monaldeschi proseguirono la costruzione per trasformarla in un castello. Al suo interno potrete visitare il Museo Territoriale del Lago di Bolsena in cui troverete la storia della formazione del lago a partire dalla preistoria.

All’interno del Museo è stato inaugurato anche un acquario nel 2011; l’acquario ospita circa trenta specie tra pesci, anfibi e crostacei provenienti dai fiumi e dai laghi del territorio provinciale, e nasce con l’idea di ricostruire perfettamente l’ambiente l’acquatico delle specie ospitate. Nell’acquario si possono fare delle visite tattili delle specie presenti, nelle vasche apposite con la guida degli operatori. Un’esperienza particolare e interessante per conoscere meglio i pesci e gli anfibi del territorio, molti dei quali sconosciute alla maggior parte dei visitatori.

Il lago di Bolsena

Il lago di Bolsena è uno dei laghi più grandi d’Italia e le sue sponde ospitano non solo Bolsena ma altre cittadine di carattere medievale, altrettanto belle e interessanti da visitare organizzando un tour lungo i luoghi del lago.

Il lago ospita due isole, l’isola Bisentina e l’Isola Martana ed è un lago completamente balneabile, il che lo rende uno dei laghi più gettonati in cui trascorrere le vacanze estive. Sono molte le attività acquatiche che si possono fare: sci d’acqua, canottaggio, scuola di vela, canoa, pesca sportiva e molte altre.

Parco naturalistico archeologico di Turona

Se ami camminare e ami la natura, a 5 km da Bolsena potrai visitare il Parco Naturalistico Archeologico di Turona.

Passeggiando nel parco si possono ammirare la natura tipica del territorio collinare, con cascatelle e boschetti, e la sua fauna: il merlo acquaiolo, la rana dalmatina, i rari granchi d’acqua dolce e l’airone. Ma il parco è anche un importante sito che ospitava un centro etrusco di cui restano poche tracce; molto probabilmente i resti appartenevano ad un tempio.

Dove mangiare a Bolsena

Se vuoi mangiare i piatti tipici della Tuscia ti consigliamo Il Ristorante Osteria La Via Francigena, un ristorante in centro che prepara ottimi piatti dal 1953, in cui troverai accoglienza, qualità delle materie prime e cortesia nel servizio.

Alla Trattoria Da Picchietto troverai ad aspettarti un ambiente accogliente e intimo, a conduzione familiare. La cucina genuina e semplice offre piatti tradizionali con ingredienti dal gusto imperdibile; la sua specialità è il pesce di lago di cui ti innamorerai.

Per mangiare “vista lago” consigliamo il Ristorante La Pineta con la sua posizione romantica e il giardino esterno che rende ancora più piacevole gustare il menù caratterizzato da una cucina casereccia e piatti di lago.

Altri posti dove poter mangiare a Bolsena sono: la pizzeria Avalon, L’Antica Norcineria Morelli con i suoi taglieri di prodotti tipici e buon vino, il Pinzale, Tempio di Norzia.

Come arrivare a Bolsena

Per capire come arrivare a Bolsena, vi diamo alcune indicazioni generali a seconda del mezzo di trasporto che preferite utilizzare.

Se vi spostate con l’auto i riferimenti sulle strade da percorrere sono i seguenti:

  • dall’autostrada del Sole (A1), uscita al casello di Orvieto,
  • dall’autostrada del Sole (A1), uscita al casello di Orte,
  • sulla via Cassia a 112 km sia da Roma che da Siena,
  • dalla via Aurelia, uscita Montalto di Castro (60km) direzione Canino, Valentano,
  • da Viterbo sulla via Cassia km 30.

Se preferite spostarvi con il treno dovrete fare riferimento alle 3 stazioni di arrivo più vicine, che sono:

  • stazione di Orvieto,
  • stazione di Montefiascone-Zepponami,
  • stazione di Viterbo.

Per chi preferisce viaggiare con l’autobus la compagnia di riferimento è la COTRAL, con partenze da Roma alla stazione di Saxa Rubra e cambio a Viterbo, o con partenze da Orvieto