Acaya è una frazione del comune di Vernole e si trova a poca distanza da Lecce. Il borgo è immerso nella campagna salentina e contornato da ulivi secolari, ettari di macchia mediterranea e panorami da sogno.

In questo lembo di Salento, a farla da padrona è la natura incontaminata della vicina riserva delle Cesine, a sua volta lambita dalle acque marine più belle dell’intero litorale Adriatico. Ma Acaya è anche arte e storia, con il suo castello, la Chiesa di Santa Maria della Neve e la Cappella di San Paolo.

Acaya, un borgo irresistibile nel cuore del Salento

Il centro abitato di Acaya è popolato da poco più di 400 anime, nonostante in passato abbia goduto di una certa rilevanza, come confermano le sue importanti vestigia storiche, tra cui il castello e le imponenti fortificazioni.

Il cuore del suo centro storico è costituito dalla cittadella fortificata, quasi interamente costruita da Gian Giacomo di Acaya nel XVI secolo, che ampliò e fortificò la struttura originaria, risalente al XIII secolo. L’intera cinta muraria fu realizzata in pietra leccese, il materiale con cui sono state edificate la maggior parte delle opere architettoniche di rilievo della zona. Alla cittadella si accede oltrepassando la porta d’ingresso, sormontata da una statua di Sant’Oronzo e contornata da diversi stemmi e lapidi, comprese le insegne imperiali di Carlo V.

Meraviglioso e assolutamente integro è il castello di Acaya, edificato sul luogo in cui sorgeva una piccola chiesa bizantina, della quale si è conservato soltanto un affresco raffigurante la morte della Vergine, assistita da Gesù e dagli Apostoli.

Ad Acaya una delle cose più interessanti dal punto di vista storico-architettonico è la chiesa di Santa Maria della Neve, costruita nel Quattrocento, ma modificata nel corso del XIX secolo secondo dettami neoclassici. Splendidi gli interni e l’altare maggiore, con il meraviglioso fregio barocco e quello dedicato alla famiglia dei Vernazza, gli ultimi proprietari di Acaya.

Il luogo migliore per soggiornare ad Acaya

Situato a metà strada tra il borgo di Acaya e la costa adriatica, Acaya Golf Resort & Spa (info sul campo da golf, clicca qui) mette a disposizione dei suoi ospiti ben 97 camere e suite, oltre a un centro congressi, un’imperdibile spa di oltre 1200 metri quadri, due piscine esterne, un’ampia terrazza e il servizio navetta che tutti i giorni conduce alla spiaggia convenzionata.

Ma Acaya vuol dire anche bellezza, spazi sconfinati e un senso dell’ospitalità tipicamente salentino, caratteristiche in grado di rendere qualsiasi soggiorno un’esperienza indimenticabile.

Da non sottovalutare la vicinanza al mare e ad alcune delle spiagge più suggestive della Puglia, tra cui San Foca, Conca Specchiulla e Torre dell’Orso, con i celebri faraglioni detti Le Due Sorelle. Acque cristalline e sabbia candida sono le caratteristiche salienti di questi magnifici litorali, perfetti sia per le famiglie con bambini sia per le giovani coppie e i gruppi di amici. Conca Specchiulla è senza dubbio una delle spiagge più belle del Salento; situata a soli venti minuti dal resort e a ridosso dei Laghi Alimini, è raggiungibile attraverso una pineta che apre su una modesta scogliera e su una distesa di sabbia finissima.

Tags : Puglia
Margherita Rini
25 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: visitare insieme alla mia inserabile amica fotocamera la maggior parte dei Paesi del mondo. Amo fare e disfare le valigie, in fondo anche questo è il bello di viaggiare. Credo anche nell'essenza profonda della fotografia per imprimere ricordi di viaggi unici.