Se state organizzando una visita alla bellissima Isola d’Ischia non potete assolutamente perdere la scoperta del Monte Epomeo che vi regalerà una vista mozzafiato.

Monte Epomeo: il gigante buono dell’Isola d’Ischia

Chiamato anche il “Gigante buono” è un vulcano che con i suoi 789 metri domina l’Isola d’Ischia.

Geologicamente è parte di un sistema di faglie attive molto complesso che caratterizza quest’area geografica rendendola unica a livello mondiale.

La sua natura lo rende un luogo ricco di fascino che attira ogni giorno numerosi gruppi di camminatori, risalendolo avrete la possibilità di percorrere un percorso di trekking che vi regalerà la magia di un panorama stupendo.

Salita al Monte Epomeo

La salita al Monte Epomeo è un’esperienza meravigliosa che vi permetterà si percepire sotto ai vostri piedi la forza e la potenza della natura.

Sarete immersi in un luogo incantevole che vi regalerà una vista magnifica.

È possibile scegliere tra diversi percorsi a seconda della vostra preparazione, che non dovete mai sottovalutare.

Il percorso che vi vogliamo proporre è il più semplice, se siete allenati e preferite affrontarne uno più lungo potrete trovare maggiori informazioni in seguito.

La camminata inizia da Piazza di Fontana da dove parte una mulattiera che va percorsa per circa 1 km, in questo primo tratto, non troppo ripido noterete terrazzamenti coltivati e ville private.

Quando scorgerete il bosco di castagneti inizierà anche la salita che attraverso un sentiero si collegherà a un’antica strada in pietre in tufo verde. Il sentiero diventerà via via più stretto fino a diventare una stretta stradina scavata nella roccia.

La salita è ripida ma è sufficiente un po’ di allenamento per poterla affrontare senza troppe difficoltà.

Dopo circa un’ora di cammino, arriverete sulla sommità del Monte Epomeo dove potrete riposarvi ammirando due terrazze. Una di esse affaccia su un’antica osteria scavata nel tufo, l’altra su una piccola chiesetta risalente al 1459 dedicata all’eremo San Nicola Di Bari.

Ora che avete ripreso fiato, non vi resta che l’ultima fatica per raggiungere la vetta più alta del monte. Seguite le indicazioni e proseguite percorrendo il piccolo sentiero scolpito nel tufo; in pochi minuti arriverete sulla cima più alta dove potrete ammirare un paesaggio mozzafiato.

Da qui vedrete tutta l’Isola di Ischia: guardando in basso potrete ammirare la baia di San Montano, noterete la colata di lava di Zaro e la chiesetta di Santa Maria del Soccorso di Forio.

Se siete fortunati e la giornata è limpida riuscirete anche a riconoscere Capri, il Vesuvio e la penisola sorrentina con Napoli, il Monte di Procida e i Campi Flegrei.

Come affrontare un trekking sul Monte Epomeo

Sia che decidiate di affrontare il percorso più semplice o quello più difficile, vi vogliamo lasciare dei consigli generali per affrontare il trekking.

 

  • Abbigliamento e attrezzatura: su questo suggerimento vogliamo essere particolarmente insistenti. Troppe spesso si affronta la natura con leggerezza e poca responsabilità. Lasciate scarpette con la suola liscia in hotel o a casa per un giorno e indossate scarpe da trekking. In alcuni tratti il percorso può essere dissestato o scivoloso e se ne siete provvisti portate con voi dei bastoncini da trekking, potranno davvero aiutarvi sia nelle salite che nelle discese. Vestitevi con abiti comodi e traspiranti e portatevi una maglietta di ricambio: a volte sulla vetta del monte può tirare vento.
  • Buon rifornimento d’acqua: soprattutto se affrontate in trekking sul Monte Epomeo durante la stagione estiva, è di fondamentale importanza che abbiate con voi una buona scorta di acqua. Non è facile trovare fontane o approvvigionamenti di acqua lungo il percorso.
  • Attenzione al caldo: indipendentemente dal sentiero che deciderete di percorrere, prestate attenzione alle temperature e al clima. Il percorso, per quanto possa addentrarsi in aree boschive, può avere diversi tratti esposti al sole diretto. Le temperature estive, in questa zona, possono raggiungere anche livelli molto alti. Il nostro consiglio è di avventurarvi nel trekking al mattino presto e di portare con voi un cappello.
  • Informatevi bene e portate con voi una mappa dei sentieri: prima di partire per il trekking, chiedete informazioni e cercate di avere ben chiaro in mente il percorso che andrete a fare. Procuratevi una mappa dei sentieri e state attenti durante il percorso a non prendere il bivio sbagliato. Se non siete escursionisti esperti evitate di avventurarvi da soli. Questo non significa dover rinunciare: vi basterà rivolgervi a punti informativi che troverete a Ischia per farvi accompagnare da guide del luogo. In questo modo non correrete il rischio di perdervi e avrete la possibilità di scoprire tante curiosità e informazioni interessanti.